Laura Vignali

Il treno fischiava ancora

Edizioni Tracce, Pescara 2007

Narrativa

pp. 72, € 10,00



 

 

 

per richiedere il libro contrassegno invia una
E-mail cliccando sull'immagine che segue...

 

 

 

            Questa storia, che ruota attorno alla scomparsa improvvisa di un uomo carismatico, è anche la storia di un’idea, di un “astratto furore” che vive addormentato nella mente del protagonista. Enrico è un professore di liceo, un cinquantenne disilluso; infranti ormai i sogni di rivolta e di rivendicazione di gioventù vive sospeso in un limbo di rimpianti e di ricordi di quegli anni “di piombo”. Trovandosi a dover risolvere l’enigma della scomparsa dell’amico ripercorrerà il passato acquisendone una nuova chiave di lettura che gli permetterà di affrontare il presente con rinnovato spirito.
La scrittura di Laura Vignali, scorrevole e ricca di forza icastica, fa scivolare il lettore nella narrazione facendolo immedesimare completamente nel protagonista. Il registro è quello della quotidianità, con vive colorazioni linguistiche ed incursioni diacroniche di “citazioni” che danno voce vera a tutti i personaggi, ben caratterizzati nonostante la brevità del testo. Un romanzo appena venato di giallo in cui si ripercorrono i passi di una generazione molto diversa da quella odierna.
Emanuela De Angelis

In copertina: Fotografia di Giuseppe Scalise, La stazione di Pistoia

 

 

Per andare ad altre pagine del sito:

Le attività e le iniziative culturali

I libri delle Edizioni Tracce