GEORGE GISSING - Il sale della terra
(
collana Armorica diretta da Francesco Marroni)
a cura di Emanuela Ettorre
Edizioni Tracce, Pescara 2000

antologia di racconti

pp. 120, lire 20.000



 

 

per richiedere il libro contrassegno invia una
E-mail cliccando sull'immagine che segue...

 

 

Per andare ad altre pagine del sito:

Le attività e le iniziative culturali

I libri delle Edizioni Tracce

Il sito del Webmaster: poesia contemporanea...

 

 

Torna alla home page delle Edizioni Tracce

 

Racconti di George Gissing tradotti in questo libro:

Il sale della terra

Il pessimista

Stregato

************

dalla "Introduzione" di Pierre Coustillas:


"Uno scrittore in anticipo sui tempi". Così V. S. Pritchett definiva George Gissing in un famoso articolo pubblicato circa cinquant'anni fa, dopo che la Seconda Guerra Mondiale aveva quasi del tutto offuscato l'interesse nei confronti dell'opera gissinghiana. Non solo era stato completamente dimenticato ma non era stato neppure capito dagli editori inglesi, che dal 1939 non avevano più ristampato un suo libro, dandone l'immagine distorta e limitativa ora di narratore pessimista, il cui talento era al servizio dei problemi personali, ora di scrittore di belles lettres, sostenuto dal convincimento sbagliato che l'arte narrativa fosse il suo forte. Al
contrario, la sua vitalità postuma è divenuta così grande che non possiamo non chiederci le cause di una tale incredibile rivalutazione. È chiaro che la previsione di Gissing era del tutto corretta quando, sul letto di morte, si dichiarava fiducioso sul futuro della sua opera. E così è stato, come spesso accade.
Il suo successo postumo dimostra che, solo a cinquant'anni dalla morte di uno scrittore, si può stabilire se effettivamente i suoi libri sono destinati a sopravvivergli. Il passare del tempo ha messo in luce la sua grandezza.