Enrico Zanolini
Luoghi


Edizioni Tracce, 2010
Poesia
Collana "Anamorfosi"
pp. 80
€ 11,00
ISBN 978-88-7433-680-7
dimensioni cm 14,5x21





Per richiedere il libro in contrassegno invia
una E-mail cliccando sull'immagine
che segue...

Dalla quarta di copertina:

Leggere i versi di questa raccolta di Enrico Zanolini equivale compiere un duplice viaggio «nella deriva lenta d’una civiltà»: il primo all’interno di un microcosmo e il secondo in spazi planetari.
Chi, però, pensasse ad un girovagare turistico, resterebbe deluso, perché “i luoghi” del poeta corrispondono a percezioni dell’anima. Anche nei momenti di apparente impassibile descrizione, quando l’occhio passa in rassegna un paesaggio, sempre emerge il lato nascosto di una relazione empatica in cui il sentimento diventa contemporaneamente strumento di conoscenza e completamento percettivo.
«In transitu vivimus» (viviamo in viaggio) diceva Seneca. E proprio la metafora del viaggio rappresenta l’immagine più pertinente dell’uomo moderno e postmoderno, l’homo viator. Ne sono esempi Eugenio Montale e Giorgio Caproni. La suggestione montaliana dell’individuo che «se ne va sicuro» o che percorre il viottolo che rasenta la «muraglia / che ha in cima cocci aguzzi di bottiglia» traspare da alcune allusioni di Zanolini; ma, mentre l’autore di Ossi di seppia postulava una agonistica ricerca di «uno sbaglio di natura, / il punto morto del mondo, l’anello che non tiene / il filo da disbrogliare che finalmente ci metta / nel mezzo di una verità» (Limoni), per il poeta valsesiano il viaggio rappresenta uno strumento di conoscenza del mondo, un aprirsi ad altre civiltà, uno spalancare gli orizzonti su scenari e paesaggi diversi dal microcosmo in cui si vive.


Enrico Zanolini è nato a Grignasco, in Piazzetta Giuseppe Garibaldi, nel febbraio del 1951. L’esperienza formativa fondamentale della vita è stata la militanza nella CISL, ininterrotta dal 1973. Oggi l’impegno sociale e civile continua nel Consiglio Comunale del paese.
Ha pubblicato tre testi in vernacolo:
Par not finì ‘nt al mugiu nel 1990; Sanssa co nel 1991 e Sédas Utobri nel 2005.
Per le Edizioni Tracce la raccolta di poesie in lingua
Orme di Colibrì nel 1995.




Per andare ad altre pagine del sito:

Le attività e le iniziative culturali

I libri delle Edizioni Tracce

Homepage