Homepage || I libri delle Edizioni Tracce || Le attività e le iniziative culturali


Massimo Santilli
Pensieri, parole e omissioni
in terra dannunziana

Edizioni Tracce, 2013
Poesia collana "Anamorfosi"
pp. 72
€ 11,00
ISBN 978-88-7433-886-3
Dimensioni cm. 21x14,5




In copertina: Serenella Polidoro, Libere essenze,
2012, (olio su tela, cm 30x40)


Per richiedere il libro in contrassegno invia
una E-mail cliccando sull'immagine che segue...

Dalla postfazione a cura di Ubaldo Giacomucci:

L’Autore, con uno stile coerente e ben definito, ha strutturato questa silloge di poesia tra la ricerca stilistica e il diario esistenziale, per non lasciare concessioni alla poesia d’occasione, ma allo stesso tempo anche per lasciare spazio al monologo interiore.
Particolarmente suggestiva la citazione dell’opera dannunziana, che avviene nello spirito della composizione dell’opera, ma non con gli stessi stilemi e con un lessico differente.



Massimo Santilli è nato il 21 luglio del 1959 a Castelvecchio Subequo (AQ).
Consegue il diploma di maturità presso l’Istituto Magistrale “G. Vico” di Sulmona e frequenta la Facoltà di Lettere e Filosofia dell’Università degli Studi di L’Aquila.
Autore di vari volumi e saggi di ambito demologico e ideatore e curatore di importanti eventi culturali e musicali, alterna alle sue produzioni editoriali di ricerca etnografica un forte interesse verso la poesia che coltiva sin da bambino. A soli 10 anni, infatti, compone i suoi primi versi, raccolti in fascicolo dalle proprie insegnanti. È soltanto nel 2004, però, che consegna alle stampe una selezione delle sue poesie dal titolo
Segreti pensieri d’amore - Epigrammi in atmosfere Ovidiane. L’opera, distribuita dalla “Nuova Editrice”, incontra un buon successo editoriale.
Alcuni suoi versi sono stati pubblicati sulla prestigiosa rivista “Acadèmia”, nella rubrica di poesia ermetica.
Fortemente attratto dai temi della pittura, ha scritto poesie inserite in vari cataloghi d’arte.