Giusy Rinaldi
Acanto in fiore

Edizioni Tracce, 2011
Poesia
Collana "Anamorfosi"
pp. 56
€ 10,00
ISBN 978-88-7433-734-7
Dimensioni cm. 21x14,5

In copertina: Attilio Dursi Enza Di Svevo,
Abbraccio d'acanto, 2011





Per richiedere il libro in contrassegno invia una E-mail
cliccando sull'immagine che segue...

dalla prefazione:

L’Autrice dimostra al lettore la propria consapevolezza verso i mezzi espressivi con una ricerca postermetica di tipo simbolistico, rielaborata in una propria originale cifra stilistica.
Il linguaggio lirico, cadenzato secondo ritmi coerenti e dalla notevole essenzialità espressiva, non asseconda i fantasmi della visione, ma si distende su riferimenti concreti e vitali.
Così l’allegoria dell’acanto in fiore diventa emblematica dell’intera ricerca poetica, un titolo significativo che forse esprime la naturalezza di una esigenza poetica dalla dimensione volutamente comunicativa e aperta al lettore, che comunque si integra con la complessità espressiva del testo.
Giusy Rinaldi arricchisce infatti la trama esistenziale dei contenuti e la ricerca linguistica con un inventario di folgorazioni, d’immagini, di transizioni che connettono oggetti e esseri viventi, situazioni e concetti, con una vitalità poetica di grande forza.



Giusy Rinaldi e Annalaura Botti, madre e figlia, sono nate a Vallo della Lucania (Salerno). Qui, tra il calore dei familiari, degli amici e di ‘buoni maestri’, intraprendono percorsi di vita fondati sulla laboriosità e sul buon agire.
Mentre l’autrice svolge il lavoro di docente e cura, nel contempo, attività di formazione destinata a bambini e ragazzi, Annalaura trascorre con serenità la fanciullezza e l’adolescenza, tra impegni scolastici e interessi vari. Predilige e coltiva la lettura, la musica, la poesia. Da studentessa liceale partecipa a numerosi concorsi letterari e riscuote apprezzamenti. Lettrice per passione, con gran voglia di entrare nell’affascinante universo del racconto, è attratta dalla esplorazione e divulgazione della parola scritta e, così, offre alla madre una preziosa collaborazione in numerosi progetti di scrittura. Con lei, nel 2007, inaugura la collana per bambini “
Giulallà evviva la curiosità” e spicca il volo con la pubblicazione di Ma… dove dormono le farfalle?.
Si laurea in Psicologia Clinica presso l’Università di Firenze, dove accumula significative esperienze in contesti di riabilitazione psicologica. I primi contratti di lavoro la vedono impegnata, con entusiasmo e dignità, accanto a persone che hanno consolidato le sue attitudini alla ricerca e al profondo senso della solidarietà.

Dal 12 agosto 2009 Annalaura si fa ricordare come una bella domenica di sole, giovane donna valente, affettuosa, tenace, innamorata e rispettosa della vita. Il suo operato intenso, non disgiunto da quello civile e culturale, sebbene per un arco di tempo breve, si fa percepire prepotente e, passando per l’anima, continuerà ad accompagnare il suo nome.





Per andare ad altre pagine del sito:

Le attività e le iniziative culturali

I libri delle Edizioni Tracce

Homepage