Homepage || I libri delle Edizioni Tracce || Le attività e le iniziative culturali


Daniela Quieti
Francis Bacon
La visione del futuro



Presentazione di Walter Mauro
Prefazione di Aldo Onorati

Edizioni Tracce, 2012
Saggistica collana La ginestra
pp. 136
€ 16,00
ISBN 978-88-7433-618-0
Dimensioni cm. 21x15





Per richiedere il libro in contrassegno invia una E-mail
cliccando sull'immagine che segue...

La scienza è potere: e questo Daniela Quieti ci illustra dalle pagine di Bacon con molta padronanza della materia e con chiara affabulazione. Chi dovesse, o volesse, addentrarsi nel mondo di Francesco Bacone farebbe bene a leggere questo breve saggio, il quale è dichiarativo ed esplicativo, nitido, completo nella sostanza del centro focale del pensiero ancora oggi vivo del Verulamio. (Aldo Onorati)


La collana di saggistica che l’editrice Tracce inaugura con questo volume dedicato a Francesco Bacone, una delle figure/guida della ricerca non soltanto scientifica, bensì dell’intero universo del creativo, si propone come esigenza fondamentale l’indagine, la percezione, la possibilità di offrire all’uomo del nostro tempo ulteriori momenti di reperimento al vivo di un passato che si proietti nel presente, in virtù della forza e del vigore di protagonisti, o di idee di fondo, in grado di fornire una sorta di identificazione culturale non fine a se stessa, bensì capace di individuare nuovi potenziali di vita e di pensiero. Il saggio di Daniela Quieti, un viaggio della conoscenza all’interno di un personaggio essenziale non solo nel novero della ricerca scientifica, ma di ogni angolazione e di ogni recesso dell’umana ricerca, si prospetta come essenziale per intendere in quale misura la rivoluzione scientifica, fra il 1500 e il 1600, di cui Bacone fu protagonista, abbia inciso nell’arco di una temperie culturale che da quegli anni remoti si distende fino a raggiungere il nostro tempo… (Walter Mauro)


Francis Bacon (Londra 1561-1626), fu filosofo, letterato e uomo di Stato britannico. Nacque dal Lord Guardasigilli della regina Elisabetta I, studiò a Cambridge e trascorse alcuni anni a Parigi al seguito dell’ambasciatore di Francia. Tornato in patria, intraprese la carriera politica, conseguendo incarichi e onori sempre più elevati, fino a diventare Membro del Parlamento, consigliere di Elisabetta I e Lord Cancelliere di Giacomo I, che lo nominò Barone di Verulamio e Visconte di Saint Alban.
Nel 1621, accusato dipeculato, si ritirò dalla vita politica. È il filosofo iniziatore dell’empirismo inglese e del pensiero scientifico moderno, di cui intuì la dimensione pratico-operativa dalla quale poter ricavare applicazioni utili a tutta l’umanità. Le sue opere più importanti sono:
The Advancement of Learning, De Sapientia Veterum, Cogitata et Visa, New Atlantis, Novum Organum, Historia Naturalis et Experimentalis, De Dignitate et Augmentis Scientiarum, Instauratio Magna.


Daniela Quieti è nata e vive a Pescara. Laureata in Lingue e Letterature Straniere, specializzata presso l’Istituto Italo- Africano, è giornalista pubblicista.
Dirige la collana “Campi Magnetici” per le Edizioni Tracce e fa parte di giurie di prestigiosi concorsi tra cui il Premio Internazionale di Narrativa Città di Penna-Mosca.
Ha pubblicato i libri di poesia
I colori del parco (2007), Cerco un pensiero (2008), Uno squarcio di sogno (2010), L’ultima fuga (2011), e le raccolte di racconti Altri tempi (2009) ed Echi di riti e miti (2010).
Ha vinto numerosi premi tra i quali: Un bosco per Kyoto, Città di Penne, Scriveredonna, Città di Empoli Domenico Rea, Il Golfo, Autori per l’Europa, Città di Pontremoli, Città di Cattolica, Portus Lunae, S. Margherita Ligure, Premio Autore, I Grandi Maestri Contemporanei-Lido di Camaiore.
Per il suo impegno letterario e sociale le è stato conferito dall’Università della Pace della Svizzera Italiana il Premio Internazionale
Donna dell’Anno 2011 per la cultura.