Pescara Poesia del Mediterraneo
Curatrici
Stevka Šmitran - Nicoletta Di Gregorio
Traduzioni
Francesco Marroni - Renzo D'Agnillo


Edizioni Tracce, 2009
Poesia
pp. 216
€ 18,00
ISBN 9788874335602
Dimensioni cm. 22x16

 


In copertina: "Trabocchi" di Pescara,
foto di Stefano Di Lello





Per richiedere il libro in contrassegno invia
una E-mail cliccando sull'immagine
che segue...

 



Dall'introduzione:

[...] Questa antologia di poesia documenta e attesta l'importanza delle iniziative culturali svolte accanto ai Giochi del Mediterraneo, per la particolare attinenza che hanno cultura e sport, entrambi momenti di formazione e di aggregazione. Una pubblicazione antologica che raccoglie alcuni degli esiti migliori della poesia contemporanea.
Scopriamo così, attraverso questo testo, anche i valori di solidarietà e di etica che accomunano il mondo della poesia e quello dello sport, e le positive manifestazioni di reciproca stima.
Scopriamo così, attraverso questo testo, anche i valori di solidarietà e di etica che accomunano il mondo della poesia e quello dello sport, e le positive manifestazioni di reciproca stima.
Certo, la poesia contemporanea richiede al lettore un'attenzione e uno sforzo interpretatico, ma è evidente il suo proporsi come un'arte della parola che nulla ha da invidiare alle altre arti, per la molteplicità dei riferimenti culturali e delle cifre stilistiche.
Inoltre i poeti contemporanei offrono una dimensione di riflessione e di confronto, che si propone come un contributo fondamentale alle possibilità di sperimentazione estetita e di forza espressiva della ricerca artistica e culturale contemporanea e di amicizia e rispetto delle diverse culture che hanno fatto la storia dei popoli del Mediterraneo e del mondo.

Camillo D'Angelo



Dalla presentazione:

La poesia del Mediterraneo, forte della sua storia, rende universale la lingua dei suoi popoli. L'incontro di più culture in Poesia, come in questo caso, va visto a più livelli: linguistico, storico, antropologico. E ogni contatto tra loro, a seconda dei luoghi dove avviene, produce una sonorità ed un ritmo diversi. La voce poetica, pur nella sua diversità, è corale nella forza dell'affermarsi identitario, che qui sta a significare l'esatta affermazione della Poesia.Qui il Poeta non è giocoliere, non ha bisogno di spettacolarizzare, deve accompagnare la parola poetica. La potenza della parola poetica, ridotta all'essenziale, chiede la libertà e la chiede per tutti. Non saremo liberi finché non lo saranno tutti.
Stevka Šmitran



Per andare ad altre pagine del sito:

Le attività e le iniziative culturali

I libri delle Edizioni Tracce

Homepage