Homepage || I libri delle Edizioni Tracce || Le attività e le iniziative culturali


Michele Meomartino
Sogni condivisi

Idee, storie, testimonianze
per una società conviviale

Edizioni Tracce, 2014
Saggistica collana Olistica
Introduzione di Ubaldo Giacomucci
Prefazione di Maria Grazia Lopardi
Postfazione di Paolo D'Arpini
pp. 152 - € 12,00
ISBN 978-88-7433-993-8
Dimensioni cm. 21x14,5




In copertina: laboratorio "Mani in pasta".
Foto di Fabiola Serafini.




Per richiedere il libro in contrassegno invia una E-mail
cliccando sull'immagine che segue...

Dall'introduzione di Ubaldo Giacomucci:

Michele Meomartino ci offre una raccolta di saggi brevi accurati e incisivi, che delineano un percorso esistenziale, profondamente intrecciato con il lavoro di promozione e diffusione delle idee e delle pratiche olistiche nella nostra regione, che l’Autore svolge con passione da tanti anni.
Molti di questi testi sono già stati pubblicati in diverse occasioni, ma raccolti insieme diventano un felice percorso di riflessione, un’occasione per documentare la crescita, la diffusione e la maturazione della cultura del “vivere con cura”, dall’economia solidale alla dimensione olistica, dall’erboristeria al vegetarianesimo, dall’agricoltura biologica alla rivoluzione domestica, con numerosi riferimenti culturali ma anche con notazioni di cronaca, documentazioni di incontri e situazioni autobiografiche che ci offrono uno spaccato della vita dell’Autore ma soprattutto la testimonianza dello sviluppo di un “altro mondo possibile” nella nostra società, al di là dei condizionamenti della società dei consumi.
Le numerose iniziative e manifestazioni che l’Autore ha promosso, condiviso, e/o vissuto in prima persona, dal Festival delle Erbe al Circolo Olis, dal commercio equo e solidale a tante piccole e grandi manifestazioni, testimoniano la realizzazione di teorie e pratiche che modificano, migliorandola, la dimensione sociale e culturale, frutto di ideali, valori e aspirazioni che stanno emergendo e conquistando le coscienze.
[...]


Dalla prefazione di Maria Grazia Lopardi

È un sogno articolato e complesso il tema di fondo di questo libro che vuol essere un appassionato diario di come la vaghezza onirica possa trasformarsi in realtà, purché vi sia gente ancora disposta a mettersi in gioco per elaborare e sostenere un progetto oltremodo ardito, volto alla realizzazione di un mondo migliore. [...]
Michele Meomartino in questo sogno ci crede e vi sta dedicando energie e entusiasmo raccogliendo chiunque voglia condividere valori e conoscenze, tentando di mettere da parte le pretese del piccolo ego per far emergere i talenti al servizio del progetto umanità.
Michele ci crede allorché organizza conferenze e convegni, ci crede quando è aperto ad incontri e luoghi anche lontani ovvero lancia l’appello con la sua capacità di organizzatore; e così ai primi frequentatori del Centro Olis – nella sua casa in mezzo alla natura – si aggiungono associazioni e professionisti con la loro carica umana, con le loro capacità per formare la ROA - Rete Olistica Adriatica – a cui ho volentieri aderito con l’Associazione PANTA REI dell’Aquila di cui sono presidente.
I sognatori si attraggono ed incontrano per una risonanza che li fa vibrare insieme, come note di una sinfonia; fortunatamente coloro che non si arrendono ad un mondo di violenza e sopraffazione e che sanno pur cogliervi la meraviglia di un’opera straordinaria che la vita ci ha affidato, mettono in comune la loro aspirazione al Bello, al Vero, al Buono, assecondando un movimento irrefrenabile alimentato da un vento di cambiamento, quello che antiche culture hanno preannunciato e datato.
[...]


Dalla postfazione di Paolo D'Arpini:

Michele Meomartino è un Ernest Hemingway olistico. Eclettico, creativo ed allo stesso tempo estremamente solido e sintetico. Ricordo ancora quando lo incontrai per la prima volta. Eravamo a Treia alla Festa dei Precursori del 2012, lui venne assieme ad Antonio D’Andrea, a nome dell’ass. Vivere con Cura di cui è segretario. Appena arrivato subito ci mettemmo a confabulare nel salone per parlare di progetti ed eventi, di cose fatte e progetti da sviluppare. Mi piacque enormemente la sua concretezza nel voler giungere a risultati effettivi portando avanti la causa. Mentre Antonio si divertiva a fare rammendi a vecchi abiti, raccattati in giro di qua e di là, Michele era in grado di organizzare il pranzo per una dozzina di persone partendo dal niente che c’era in casa. Ecco questa è la capacità di Michele: riesce a trasformare il vuoto in pieno, a giocare esprimendosi per ottenere qualcosa di solido dal nulla. Ed in verità questa è la capacità intrinseca da lui incarnata e rappresentata dall’elemento Terra che lo contraddistingue. [...]


Michele Meomartino. Pugliese di nascita, abruzzese di adozione, vive in campagna. La sua passione giovanile è stata il calcio che ha praticato con discreto profitto militando anche tra i professionisti. A 29 anni la svolta professionale: inizia una dura gavetta in bottega, dove impara la tecnica e l’organizzazione dell’arte scultorea.
Ha organizzato personalmente e partecipato a molte mostre d’arte. Partecipa attivamente in diverse associazioni e reti, locali e nazionali: dalle Comunità Cristiane di base al Coordinamento delle Botteghe del Commercio equo e solidale, dal GIT Abruzzo di Banca Etica all’Emporio Primo Vere, dall’Associazione Vegetariana Abruzzese, che presiede, all’organizzazione di eventi che promuovono l’agricoltura biologica. Fa parte del Comitato organizzatore del Festival Mediterraneo della Laicità.
Dopo l’importante esperienza della Rete Nonviolenta Abruzzo, uno dei nodi più attivi della Rete Lilliput, fonda
OliS, uno spazio di attività alternative e conviviali e da 3 anni dirige l’OliS Festival, l’evento olistico più importante della zona. Organizza eventi eco-bio-conviviali. È Coordinatore della Rete Olistica Adriatica. È ieatore e organizzatore del Festival delle Erbe, dello Yoga Festival Adriatico e del Reiki Day Adriatico.
Grande appassionato di cucina naturale, ama preparare per i suoi amici gustosi piatti a base di erbe spontanee che conosce e raccoglie vicino casa.
Ha scritto:
Frammenti di pace (2005 - Qualevita); Il destino delle foglie (2007 - Edizioni Noubs); I luoghi dell’anima (2008 - Edizioni Tracce); Parole sui bordi (2009 - Edizioni Tracce); Le Minime della notte (2010 - Edizioni Tracce); La Sibilla delle Erbe (2012 - Edizioni Tracce), Rivoluzione domestica (2013 - Edizioni Tracce).
Per le Edizioni Tracce dirige la
Collana Olistica.