Marilena Saracino
Joseph Conrad e le aporie dell'esistenza

Da Youth a The Mirror of the Sea

Edizioni Tracce, 2009
Saggistica
pp. 152
€ 11,00
ISBN 9788874335442
Dimensioni cm. 21x14,5


In copertina: Paolo D'Intino, L'attesa, 1998,
tecnica mista su cartone, cm 74,5x90




Per richiedere il libro in contrassegno invia
una E-mail cliccando sull'immagine
che segue...

 


Dalla Premessa dell'Autrice:

Nella lettura di alcune opere di Joseph Conrad comprese negli anni tra il 1898 e il 1906, ho cercato di individuare il significato di quei paradossi ai quali l'arte conradiana appare indissolubilmente legata. A partire da Youth Conrad drammatizza situazioni irrimediabili in cui ciascuna delle prospettive che il paradosso mette in atto può essere ugualmente sostenuta poiché non sarà mai una soluzione ma solo un gioco ironico col disincanto che ambisce a difendere l'incanto. Lo scrittore aggira tale scacco anche attraverso una ricerca non più volta alla visione, ma alla memoria, non a ciò che sta ma a ciò che resta, non all'immagine ma al simbolo, sottraendo alla storia personale la fissità attribuita nel genere epico all'eroe, la cui figura monolitica viene ora trasformata dalla pluridiscorsività di un Bildungsroman. Così facendo, il viaggio di Marlow in Youth, la risalita del fiume Congo in Heart of Darkness, l'ultimo comando del vecchio capitano Whalley in The End of the Tether, la scoperta della propria vcita attraverso un atto creativo in The Mirror of the Sea, non sono soltanto un solco nell'acqua, una traccia troppo debole contro l'abisso, ma, come la stessa vita di Conrad, diventano un testo, i cui segni tuttavia funzionano da variabili che l'interprete fornirà di significato.






Per andare ad altre pagine del sito:

Le attività e le iniziative culturali

I libri delle Edizioni Tracce

Homepage