Homepage || I libri delle Edizioni Tracce || Le attività e le iniziative culturali

Marco Aurelio Bianchi
Correrai di nuovo
(Il Tunnel della Frangia)


Edizioni Tracce, 2012
Narrativa
pp. 168 - € 13,00
ISBN 978-88-7433-844-3
Dimensioni cm. 21x13



In copertina: Violetta Mastrodonato,
Notte di San Lorenzo, 2007 (cm 70x60)



Per richiedere il libro in contrassegno invia
una E-mail cliccando sull'immagine che segue...

Dalla prefazione:

Dalla cattolicissima Italia, che vanta all’interno dei suoi confini la presenza dello Stato della Chiesa, partono tutte le encicliche papali, gli Statuti, gli articoli di condanna a mezzo dei mass media o anche solo i discorsi pronunciati dallo stesso Pontefice, che hanno vasta eco in tutto il mondo.
Spesso si sente parlare di estremismi in nome di un Dio, si chiami Allah, Jahvè o Geova.
E altrettanto frequentemente si tende a pensare che i radicalismi siano appannaggio delle altre religioni.
In seno al Cattolicesimo poi, trovano posto numerosi gruppi, associazioni e cammini di fede il cui scopo dovrebbe essere quello di riavvicinare l’individuo alla Sposa, ovvero di riaccendere in lui quella scintilla Divina che i tempi in cui viviamo tendono a smorzare.
Ma i numerosi membri che fanno parte di queste organizzazioni, considerano spesso la loro esperienza la migliore sminuendo, pertanto, quella degli altri (… sempre non apertamente!) [...] Il Cammino Neocatecumenale tanto osannato dai suoi adepti e ritenuto dagli stessi il “migliore”, anche se nessuno di loro mai ammetterà apertamente questa convinzione [...], crea un tunnel di vetro che, essendo trasparente, lascia guardare il mondo circostante ma in cui le notizie giungono e vengono filtrate ad uso del Cammino stesso.
Per cui in questa Terra traviata, tutto è peccato, tutto è sporco; ma ci si può salvare… entrando nella Frangia!
[Il termine “Frangia” ricorda il fanatismo e il fondementalismo Islamico. Spesso anche il Cammino Neocatecumenale viene vissuto da molti quale unico ed assoluto mezzo attraverso cui si può giungere alla conversione.]
È opinione comune (perlomeno di quelli che sono stati capaci di uscirne), che il condotto a senso unico che si viene a formare, evochi un altro tunnel tristemente famoso: quello della droga, e come questa crea dipendenza, così il Cammino induce l’adepto a tornare sempre in seno alla sua Comunità.


Marco Aurelio Bianchi nasce a Perugia nell’agosto 1965.
A pochi mesi dalla nascita si trasferisce, con tutta la famiglia, da Assisi a Macerata. Cresce, quindi, in un ambiente familiare alquanto tranquillo in una città ancora a misura d’uomo.
All’età di 21 anni conosce l’esperienza Neocatecumenale e, dietro invito di un amico universitario, entra in Comunità.
La ricerca del tanto sperato lavoro dà finalmente i suoi frutti e tre anni dopo, all’età di 24 anni, si trasferisce in Abruzzo. È sposato con prole e vive attualmente a Francavilla al Mare.
In questa sua prima esperienza letteraria, Marco Aurelio Bianchi denuncia apertamente il fiscalismo del Cammino Neocatecumenale e come esso induca, chi ne fa parte, di pensare di essere un “chiamato”; ma chi dice una cosa simile, è “ispirato dal maligno” al punto che “Correrai Di Nuovo” è già stato tacciato “di avere qualcosa di demoniaco” ancor prima di vedere la luce. Stando così le cose, il “pensiero comune” potrebbe essere “O con noi o contro di noi!”.