Homepage || I libri delle Edizioni Tracce || Le attività e le iniziative culturali


Lorenzo Poggi
Mentre cammino

Edizioni Tracce, 2014
Poesia collana - I nuovi ossimori -
curata da Plinio Perilli
pp. 80 - € 12,00
ISBN 978-88-7433-989-1
Dimensioni cm. 21x14,5
Prefazione di Plinio Perilli




In copertina: Vincent Van Gogh, Il seminatore,
1888 (olio su tela, part.)



Per richiedere il libro in contrassegno invia una E-mail
cliccando sull'immagine che segue...


L’aratro del tempo
sconvolge la zolla
destinata al rimorso.

Pezzi di vetro
come cristalli di coscienza
mischiati al concime.

Sono lacrime amare
d’una città che ha rotto i confini.




Dalla prefazione di Plinio Perilli:

Lorenzo Poggi è giunto alla poesia quando essa lo ha raggiunto, con tanta sicurezza e necessità da recuperare in poco tempo quasi un’ibernazione, una quiescenza di anni, forse decenni [...].
La sua poesia è sempre un vitalistico, caparbio lasciar segni indelebili di sogni incompiuti – ma fervorosi e vitali, anzi struggentemente in atto, perfino sulla pagina... [...]
… Ecco l’onestà, ed il realismo sempre nuovo che anche oggi Lorenzo Poggi ci insegna – imparandolo dalla stessa Realtà, duttile o esausta, feconda o inaridita, ma sempre e perenne fonte di dialogo e amore. Un purgatorio di risalita, come un fiume irruento e fumigante di malessere, che però ci conduce a uscirne, a capirsi, a decrittare finalmente i misteri circolari del mondo, forse anche i labirinti porosi o aguzzi in cui come sponde carsiche, calanchi immemori o testimoniali, s’incanala e defluisce poesia:
“Se non fosse / per quel rumore di fondo / di fiume nascosto / che strappa certezze / e corrode la strada / che porta nel limbo / di chi ha perso in partenza.”
Un poeta coraggioso e sincero che nasce dalla vita, dalla strada della Realtà – non certo dalle ansie e dalle anse di una letteratura che s’impantana accademica, cartacea, movimentista e retorica… Per questo il suo dettato resta scarno e immediato, esemplare nel narrarsi il pathos – a fermarlo e firmarlo.




Lorenzo Poggi è nato a Roma il 21 marzo del 1943, dove vive tutt’ora.
Laureato in scienze politiche, sposato con due figlie, è stato per oltre venti anni capo redattore e responsabile di produzione della “Guida delle Regioni d’Italia” un grosso annuario di informazioni anagrafiche sulle principali strutture regionali in tre volumi e oltre 4000 pagine.
Successivamente, per dieci anni, è stato direttore responsabile della “Guida ai Governi Locali”, pubblicazione tutta incentrata sugli organigrammi politici e amministrativi di regioni, province e comuni.
Dismessa questa attività, è tornato alla sua vecchia passione: la poesia, che già aveva rallegrato la sua prima gioventù.
L'attività poetica è iniziata (o ripresa dopo cinquant'anni) nel dicembre del 2009 e si è concretizzata nella produzione di oltre 1000 poesie pubblicate su vari siti: Poetare, Poetry & Literature, Cantiere poesia e, da ultimo, con un’assidua presenza su facebook nei siti e gruppi poetici.
Per soddisfazione personale ha dato alle stampe quattro raccolte contenenti le sue poesie più amate: “
Sassi sparsi” nell’ottobre 2010, “Sussurri e grida” nel febbraio 2011, “Il cielo che aspetta” nel settembre 2011 e “La luna nel pozzo” nel febbraio 2012.