Francesco Domini
CERVATI
Lo spirito di una generazione fantastica

Edizioni Tracce, 2010
pp. 72
€ 12,00
ISBN 9788874336401
Dimensioni cm. 21x13

 







Per richiedere il libro in contrassegno invia
una E-mail cliccando sull'immagine
che segue...



Dalla quarta di copertina:

Questo lavoro è il tributo ad un luogo e ad uno stile di vita che finora non era si mai concretizzato. La settimana di Cervati è stata da sempre un mito che ha unito e continua ad unire, diverse generazioni in una zona dell’Italia meridionale ai più misconosciuta: il Cilento. Alle sorgenti del fiume Calore, in prossimità della vetta più alta della Campania, il monte Cervati per l’appunto, ogni anno si radunano spontaneamente decine di giovani accomunati dagli stessi ideali di vita e dai medesimi sentimenti rispetto alla libertà, al vivere in armonia con se stessi, con gli altri e con la natura incontaminata che in questi boschi si ritrova. L’attenzione è rivolta ad aspetti di carattere descrittivo-culturali di questa terra con le sue usanze, i suoi costumi, i suoi miti e le sue leggende. Si disserta anche su dinamiche intrinseche a percezioni e sensazioni che sconfinano nell’intimo di ciascuno. Estremizzando possiamo considerare questo scritto alla stregua di un manifesto per una certa parte della gioventù meridionale, quella che ovviamente ci si riconoscerà. “Se sia il cielo, la Madonna, le pietre, i faggi a trasfondere tutto questo, io dopo tanti anni non l’ho ancora capito. […] Lo spirito di Cervati c’è, esiste e per chi sente di possederlo è un tesoro a cui attingere per ogni aspetto ed in ogni istante della nostra esistenza.”

Francesco Domini è nato a Roma il 16 agosto del 1969, proprio mentre in una fattoria dello stato di New York (a Woodstock) si celebrava il raduno rock più bello di tutti i tempi. Dal 1990 suona la chitarra ma i risultati sono e sono stati alquanto deludenti. Non è mai stato sulla luna. Non crede che l’assunzione di droga possa essere di una qualche utilità se non quella di far trascorrere del tempo senza viverlo. Non è amico dei regnanti dei paesi di mezza Europa e di quell’altra metà ne ignora addirittura la forma di governo. Non è affiliato a nessuna organizzazione ONG e non è convinto che gli OGM siano così innocui come vogliono farci credere.




Per andare ad altre pagine del sito:

Le attività e le iniziative culturali

I libri delle Edizioni Tracce

Homepage