Homepage || I libri delle Edizioni Tracce || Le attività e le iniziative culturali


Franca Di Bello
Parole di seta

Edizioni Tracce, 2012
Poesia
pp. 112
€ 11,00
ISBN 978-88-7433-851-1
Dimensioni cm. 19x14




In copertina: opera di Franca Di Bello


Per richiedere il libro in contrassegno invia una E-mail
cliccando sull'immagine che segue...

Dalla prefazione alla raccolta poetica di Franca Di Bello a cura di Giovanni D'Alessandro:

È essenzialmente emozionale la matrice della poesia che Franca Di Bello affida a questa nuova raccolta del 2012; notazione, questa, che di per sé sarebbe scontata e anzi priva di senso (non essendo possibile concepire poesia senza emozione) ma che per Franca va invece sottolineata, senza tema di ovvietà.
Franca consegna infatti con immediatezza ai suoi versi tutto il suo cuore: la pena di un momento, la nostalgia di un ricordo, il rapimento nella contemplazione della natura, quale la sua sensibilità di pittrice l’ha abituata a cogliere e a trasferire in figure e colori. [...] È come se avvertisse un dovere morale di scrivere, di non lasciar trascorrere l’attimo in cui ha messo a fuoco ciò che si agita (nel senso etimologico della parola e-mozione) nel suo animo e che preme per erompere, per superare il contenimento/trattenimento e venire a luce. [...]


Dalla postfazione alla silloge di Franca Di Bello a cura di Marco Tornar:

Sarebbe futile aggiungere considerazioni critiche a un’introduzione di Giovanni D’Alessandro – che non ho letto ma che rispetto per così dire al buio. Quindi nel modo più diretto auguro a Franca Di Bello pieno successo per la sua poesia, per la sua pittura – per il suo frizzante e variegato mondo interiore il cui fascino lei sa così bene diffondere anche nella quotidianità.
Non si risparmia mai, Franca – dinamica, espansiva, affettuosissima, irradia a Pescara un’aura di serenità ovunque, specie in occasione di un incontro culturale dove immancabilmente è presente, e mai con un ruolo di semplice spettatrice passiva.
C’è naturalmente un mistero in lei [...]. È la sua davvero poetica, occhicerulea capacità di esserci pur essendo impercettibilmente lontana. Non è una donna d’altri tempi – è una dama senza tempo – fenomeno alquanto singolare.[...]


Franca Di Bello, dopo gli studi superiori (psicologia-pedagogia), si è dedicata alla pittura con grandi risultati. rtista poliedrica dotata di grande sensibilità sente prepotentemente la forza emozionante delle sue passioni: pittura, poesia, teatro. Nel campo pittorico la scelta dei suoi molteplici paesaggi e delle marine [...] è una scelta dell’anima, della vigoria del colore, della freschezza dell’immagine. Mostre personali: “Immensità e panismo”, Museo delle Genti d’Abruzzo (2007); “Emozioni e luminescenze”, Aurum di Pescara (2008), a cura di M. Augusta Baitello; “Mostra spazio arte”, Estate della cultura, presentazione Chiara Strozzieri, Museo delle Genti d’Abruzzo (2008); “Un dialogo col proprio io”, a cura di Leo Strozzieri, Accademia d’Abruzzo, Maison des Artes, presso Fondazione Pescarabruzzo, e presso la Sala Luisa D’Annunzio, Aurum, ed ancora nella sala di Francesco Paolo Michetti, Aurum (2011), “Anemos Anima”, presentata dallo scrittore Giovanni D’Alessandro. Ha partecipato a mostre collettive a Pescara, a Chieti è ad Atri. È stata protagonista di numerosi eventi culturali e teatrali sotto la regia di Romeo D’Alberto. Ha presentato per l’associazione “Centro studi Artedanza” di Rossana Raducci un lirical jazz nel 2003, ha presentato al Teatro Circus nel 2006 un evento culturale organizzato dai Lions Club di Montesilvano. Nel 2007 evento culturale di beneficenza “The Christmas for Ail”, per l’inaugurazione della casa Ail. Ha partecipato nel 2006 con una nota critica sul catalogo (“Paesaggi dell’anima”) a una presentazione della mostra personale dell’artista Antonio Matarazzo e dello stesso artista nel 2008 “Antologie” Aurum Pescara e nel 2010 la mostra “Sacra” dello stesso Matarazzo. Ha partecipato a numerosi concorsi letterari, ricevendo anche dalle Edizioni Tracce, con cui collabora, numerosi riconoscimenti, con titolo di merito, al Premio “Scriveredonna”. Ha partecipato al premio Raffaele Pellicciotta, seconda classificata nella narrativa, con la novella “Anna e la voce negli occhi”. È stata premiata al Premio “Histonium”. Ha ricevuto al Premio “Grabriele D’Annunzio” per la pittura e la scultura negli anni 2006/2010 segnalazione di merito da parte dei critici Leo Strozzieri, Maria Augusta Baitello e Anna Maria Cirillo. Partecipa a reading di poesie e prose. È stata finalista al Premio Nazionale di Poesia Naturalistica “Parco Majella” XII anno, 2009. Hanno scritto di lei: Giovanni D’Alessandro, scrittore, prof. Alberto Marino, scrittore, Maria Augusta Baitello, critico d’arte, Leo Strozzieri, critico d’arte, Marco Tornar, scrittore, Nicoletta Di Gregorio, poeta. Ha partecipato al film di Gianni Di Claudio “La valle di marmo”.