Elena Clementelli
Quasi una certezza

Edizioni Tracce, 2011
Poesia
Collana I Cammei
pp. 112
€ 11,00
ISBN 978-88-7433-678-4
Dimensioni cm. 19x14

 




Per richiedere il libro in contrassegno invia
una E-mail cliccando sull'immagine
che segue...



Nota dell'Autrice:

Questa silloge di poesie coinvolge alcuni momenti della mia vita, con il fluire del tempo a far da guardia e custode, e quindi risulterà inevitabile il sobbalzo conseguente al trascorrere delle stagioni, e al mutare dei percorsi e delle fermate, volontarie o imposte non conta, che configurano il mutevole vivere dell’essere. Qualche volta il lettore si troverà di fronte ad un gioco di specchi, dove vedrà riflessa una sequenza di percezioni che dal profondo dell’io cercheranno di raggiungere lo spazio di una conoscenza impossibile.


Elena Clementelli è nata a Roma l’8 marzo 1923 da padre fiorentino e madre veronese. Laureata in Lettere Moderne presso l’Università La Sapienza di Roma, svolge da anni un'intensa attività poetica, testimoniata da otto raccolte di versi: Il mare dentro (1957); Le ore mute (1959); Questa voce su noi, con prefazione di Aldo Palazzeschi (1962); La breve luce (1969); Così parlando onesto (1977); L’educazione (1980); Vasi a Samo (1983); Il conto (1998); Poesie d’amore – Alternanze (2007).
Ha vinto numerosi premi di poesia tra cui Lerici-Pea (1964), Frascati (1965), Tagliacozzo, Calliope (1985) e Bari Palese (1990) e, nel 1993, il Premio Piombino Betocchi, per la traduzione de
Il Teatro di Federico García Lorca.
Studiosa delle lingue e letterature iberiche e anglosassoni, ha al suo attivo numerose traduzioni di opere precedute da saggi critici:
Antologia del Canto Flamenco (1961); La trappola e la nudità: interviste a scrittori di tutto il mondo sul tema “Lo scrittore e il potere”, precedute da un ampio saggio, in collaborazione con Walter Mauro (1973); Antologia del Blues, in collaborazione con Walter Mauro (1965/1975); Antologia degli Spirituals, in collaborazione con Walter Mauro (1966/1976).
Ha curato
Tutto il Teatro di Federico García Lorca (1993) e, di Vicente Blasco Ibañez, il romanzo Sangue e arena (1995). Ha tradotto una selezione degli scritti e discorsi di Ernesto Che Guevara, dal titolo Ideario (1996). Ancora di Ernesto Che Guevara ha curato la traduzione di altri discorsi con il titolo di Questa grande umanità (1997). Sono suoi inoltre il volume Invito alla lettura di Natalia Ginzburg (1971) ed il saggio monografico García Márquez (1974).
Ha collaborato e collabora alle pagine culturali di vari giornali e riviste e a programmi Rai. Sue poesie sono uscite su numerose riviste e figurano in diverse antologie italiane e straniere, fra le quali: Poesia italiana del Novecento, Milano, Garzanti, 1980; Italian Poetry Today (New Rivers Press, USA, 1979); The Penguin Book of Women Poets (USA, 1979); The Green Flame (Irish Academic Press, Dublin, 1987); El fuego y las brasas (SIAL Ediciones, Madrid, 2001); Contemporary Italian Women Poets: A Critical Anthology (USA, 2001).



Per andare ad altre pagine del sito:

Le attività e le iniziative culturali

I libri delle Edizioni Tracce

Homepage