Homepage|| I libri delle Edizioni Tracce || Le attività e le iniziative culturali


Antonio Di Crescenzo
L'ultimo canto

Edizioni Tracce, 2015
Poesia collana "Anamorfosi"
pp. 64 - € 10,00
ISBN 978-88-99101-36-7
Dimensioni cm. 21x14,5





In copertina: Pescara - Il porto
L'illustrazione pittorica è dell'Artista Francesco Vacri


Per richiedere il libro in contrassegno invia
una E-mail cliccando sull'immagine che segue...

Dalla prefazione a cura dell'Autore:

L'Ultimo Canto sembra essere il titolo più indicato per la raccolta.
Dai primi cenni sull’infanzia sino alla maturità gli argomenti, pervasi da profonda malinconia, rendono la lettura scorrevole nonostante la narrazione non lineare.
Nelle pagine riferite a prima e dopo la pensione appaiono alcune rielaborazioni di aspetti non sufficientemente chiariti ed evidenziati nella precedente pubblicazione.
Il Diario, come canto del cigno, è rivolto a segnalare l’esaurirsi di un interesse, la fine del bisogno di comunicare.
Per il rilievo dei tratti personali, l’estensione delle esperienze effettuate e per l’approfondimento delle iniziative intraprese si configura come un’appendice al romanzo.
È senza dubbio un rimedio a trattamenti non approfonditi, una promessa per ridare giustezza e compimento all’itinerarium vitae del 2009.
La rimpatriata di Porta Nuova spegne L'Ultimo Canto coi ricordi di un passato i cui valori non sono rintracciabili nei giorni nostri.


Antonio Di Crescenzo è stato docente e dirigente della Pubblica Istruzione.
Collaboratore didattico e assistente alla cattedra di Pedagogia dell’Università di Urbino.
Benemerito della scuola e stella al merito nello sport.
Ha pubblicato:
Il problema pedagogico; Il gioco come assimilazione funzionale; L’espressione corporea; Psicomotricità e formazione umana; Epigrammi; Le Radici dell’anima; Romanzo autobiografico; L’Ultimo canto.
È nato a Ortona (Ch) il 28 Gennaio 1928 e vive a Pescara.